giocare con gli animali - GIOCO POPOLARE

Il gioco popolare
Vai ai contenuti

giocare con gli animali

giochi con la natura
DAL BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA

Cervo volante (Lucanus cervus): <Per catturarli quando volavano alti nel mese di luglio, li inseguivamo gridando: siala bas siala basper farli scendere>> (
BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA-Best.: pag.185-186).

Coccinella (Coccinella septempunctata): <I bambini, dopo aver catturato una coccinella, dicevano (traduz.): "Gallina vola sul ripiano della
scuola, se non vuoi volare vatti a impiccare", oppure: "[.."] Se sei contenta di stare con me, ti lascerò andare via (libera) quando sara festa",
oppure: "Coccinella sotto il nocciolo, insegnami la strada per andare in Paradiso" e messo I'insetto sul dorso di una mano, si osservava la direzione che prendeva per allontanarsi volando>>
(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.: pag.187-188).

Forfecchia (Forficula auricularia): <I bambini giocando con la for-
fecchia dicevano (traduz.): "Capra del Giambèl, tutta corna e niente pel-
le">,
(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.: pag.189-190).

Formicaleone (Myrmeleon europaeas): ,<I bambini per stanare la larva dal fondo della sua buca a imbuto nella sabbia o nella polvere dicevano la formula: (traduz.) "pinpirulìn salta fuori altrimenti ti uccido">'(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best,:pag.192).

Grillo, nome generico: (traduz.) <Grillo grillo, vieni fuori, tua madre (è) sotto la porta, morta. Lo dicevano i bambini sollecitando un grillo con un fuscello ad uscire dal suo buco> (BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.:pag.193-194).

Libellula, nome generico.: <I ragazzi, strlngendo la libellula tra le dita affinché emettesse dalla parte posteriore dell'addome una sostanza gialtastra, dicevano: (traduz.) mulino molinaro, fa la farina altrimenti ti ammazzo>, (BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Bes t,: I 96-97).

Lumaca, nome generico: <I bambini, giocando con una chiocciola,
erano soliti recitare una poesiola per invitarla a metter fuori le protuberanze che ha sulla testa, le cosiddette'corna'. Si diceva: (traduz.) "Lumaca lumachina metti fuori le corna, mettine una, mettine due, mettinetre, mettine quattro altrimenti ti uccido", oppure; "Lumaca lumachina,metti fuori, ecc., altrimenti chiamo il macellaio che ti tagli le corna e i piedi", oppure: "... altrimenti vado a chiamare il barbiere che ti tagli la
testa e i piedi">>
(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLABest: 198-99).

Rospo (Bufo bufo): <Se si mette una sigaretta accesa in bocca a un rospo, questo continua ad aspirare il fumo finché scoppia>>

(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.: pag.162).

Cervo volante (Lucctnus cervas):  <Strappavamo le mandibole dalla testa del cervo volante - sono piene di una sostanza bianca - le ripulivamo con un fuscello, le lavavamoI, poi le succhiavamo in modo che restavano appiccicate alla lingua; (infatti) succhiandole (si creava un vuoto d'aria, per cui la superficie della lingua veniva (compressa) dentro e la mandibola restava aderente. Allora ce ne andavamo in giro facendo ballare questa mandibola sulla (punta della) lingua>>

(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.: pag.185).

Maggiolino (Melolontha melolontha): <<I maggiolini venivano catturati dai ragazzi per i loro giochi crudeli. Uno di questi era così architettato: si mozzava ad uno di essi una zampa centrale, togliendo tarsi e tibia;nel femore rimasto si infilava una spina di biancospino recante ancoraun pezzetto del ramo che la portava a forma di uncino. Questo uncino si agganciava all'elitra precedentemente strappata a un altro maggiolino e fissata in cima a un bastoncello in modo che potesse ruotare su se stessa.
Il maggiolino, mettendosi a volare, girava in tondo>>

(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best.; 199).

Lucciola (lampyris): <Alla vista delle lucciole i bambini dicevano:(traduz.) "Lucciola lucciola scendi in basso, fammi luce per anclare a spasso", oppure: "Lucciola lucciola scendi a basso che stasera andremo a spasso", oppure: "Lucciola luccioletta scendi in basso bassetto"

(BESTIARIO POPOLARE BIELLESE DI ALFONSO SELLA(Best. : pag I 97).

giocopopolare@libero.it
Se trovate immagini di Vostra proprietà non liberamente distribuibili, comunicate i nomi dei files e saranno rimossi
DISCLAMER
Torna ai contenuti